Avellino, Spiezia (Lega): “Il sindaco Festa chieda scusa alla città”

Dopo mesi di sacrifici questo non è il modo giusto per ripartire”.
Il sindaco Festa preso dall’euforia della serata avrà, molto probabilmente, dimenticato che in questa fase 2 dovremmo essere molto più rigidi e attenti. E lui dovrebbe essere un esempio, non il protagonista di cori fuori luogo e balletti di piazza. Convivere con un virus che ha ucciso vite ed indebolito l’economia del nostro Paese non è cosa da poco e, quanto accaduto ieri sera, è solo da condannare”.
Queste le parole del consigliere di opposizione Monica Spiezia (Lega), in merito a quanto accaduto la scorsa notte lungo le strade della movida avellinese e che ha visto come protagonista il primo cittadino Gianluca Festa.”Sindaco, anzitutto chieda pubblicamente scusa alla sua città che, in questi mesi, come accaduto in ogni parte d’Italia, ha dovuto fare i conti con paure e sacrifici. Ricordi che, la fascia che indossa è sinonimo di responsabilità. Nel precedente Consiglio Comunale ho evidenziato quanto in questa fase 2 sia importante far ripartire la nostra economia, sempre con il dovuto rispetto delle regole. Sono i piccoli imprenditori, i lavoratori ad aver bisogno di nuovo ossigeno per ripartire. E sicuramente essere protagonista di assembramenti non aiuta a ripartire con il piede giusto.Ecco, pensiamo a quanto  bisogna fare, con serietà, per la nostra comunità ed evitiamo altre simili  brutte figure”.