Avellino Rugby sconfitta dall’Hydra Battipaglia

Niente da fare per l’Avellino Rugby, incapace di ripetere le prestazioni di queste prime tre giornate, soprattutto grazie alla potenza dell’Hydra, che nel match disputato ieri all’Aversana di Battipaglia (inversione campo) non ha lasciato neanche le briciole ai lupi verdi dell’Irpinia.

51-5 il punteggio andato a referto, nove le mete dei padroni di casa, cinque nel primo e quattro nel secondo di cui solo tre trasformate, una sola per i biancoverdi, realizzata dal gambiano Badje al 9’della ripresa. Netto il divario visto in campo tra le due squadre, il club del presidente Panico, allenato dall’argentino Lucas Ferrazza e Mario Corvino, ha mostrato di avere le carte in regola per ambire alla vittoria finale, ricordiamo che questo stesso gruppo di rugbisti salernitani, lo scorso anno (Rugby Battipaglia) aveva vinto il torneo di serie C2, poi revocato d’ufficio, in quanto non in regola con l’obbligatorietà di aver partecipato almeno ad un campionato con il Settore Giovanile (Under 14,16 o 18). Quindi poco ha potuto la pur volenterosa compagine avellinese al cospetto di avversari molto più tecnici e con un bagaglio di esperienza superiore.

I boys di Mernone, che ha dovuto rinunciare a diversi elementi per infortuni ed impegni extra agonistici, hanno pagato forse un inizio troppo soft, incassando due mete già nei primi otto minuti (10-0), poi hanno reagito riuscendo a creare più di una difficoltà ai biancoblu di casa, costringendoli a giocare nella propria metà campo. Poi nel finale di tempo, un nuovo black out ha nuovamente spento la luce, la difesa non è riuscita a frenare l’impeto dei battipagliesi che in dieci minuti, 30′, 35′,40′ trovavano altre tre mete che praticamente mandavano in archivio il risultato. Con il punteggio di 27-0 si è conclusa la prima frazione di gioco, con cinque mete di cui solo una trasformata. Nella ripresa il sodalizio caro al Presidente Roca ha provato a rientrare nel match, mister Mernone ha optato per due cambi, Tedeschi e Balsamo hanno preso il posto di Celano e De Lucia. Dopo aver subito la sesta meta al 5′(32-0), il XV ospite ha osato di più costringendo l’Hydra ad indietreggiare, da un’idea di Tedeschi nasce l’azione dell’unica meta di giornata a tinte verdi, il primo centro avanza spedito nei ventidue, viene placcato al collo(gesto poi punito con il cartellino giallo), Balsamo batte la punizione velocemente arriva nei cinque metri ospiti, prima di essere fermato, Yankuba Badje lo segue, riesce a raccogliere l’ovale e spinto dai sostegni deposita in meta, il tentativo di Vasquez risulterà impreciso(32-5). L’uomo in meno non demoralizza i padroni di casa che al 19′ vanno di nuovo a bersaglio(37-5). Al 24′ Mernone opta per altri due cambi, Marrano prende il posto di Cipriano in mischia, Audi quello di Capasso all’ala, la gara del 3/4 telesino dura però una manciata di secondi, alla prima azione il direttore di gara, il sig. Esposito della sezione di Napoli, gli estrae il cartellino rosso, mimando il gesto dello scalciare da tergo(stamping), pena giudicata troppo eccessiva dalla formazione ospite.

Con l’uomo in meno diventa tutto più complicato per Chieffo&company che subiscono altre due mete al minuto 37 e allo scadere della frazione. Nel frattempo anche i locali(35′) subiscono un cartellino giallo per un placcaggio giudicato alto ai danni del solito Tedeschi. Null’altro da segnalare se non il risultato che va a referto, 51-5. Domenica prossima(8 dicembre) i lupi dovranno recuperare la gara non disputata il 17 novembre contro la Zona Orientale.

Formazione 15 Zambella 14 Capasso(24’s.t. Audi) 13 Vietri 12 Celano(1’s.t. Tedeschi) 11 Ruggiero 10 Vasquez 9 Forgione 8 Valentino 7 De Benedictis 6 Sellitto 5 De Lucia(1’s.t. Balsamo) 4 Chieffo 3 Cipriano(24’s.t. Marrano) 2 Badje 1 Cutillo.

Mete: 9’s.t. Badje(32-5)

Calci: Vasquez 1(0

)Rossi: Audi

Le altre

Partenope – Rende 12-32(2-5)

Angri –  Zona Orientale 23-12(3-2

riposa Spartacus

Classifica

Rende 16(4)

Hydra 12(4)

Partenope 10(4)

Angri 5(5) -8
Zona o. 4(4) -4

Spartacus 2(4) -4

Avellino -4(-4)