Avellino, ‘notte magica’: celebrati gli azzurri Campioni D’Europa fino a tarda notte

Avellino, l’Irpinia, l’Italia si sono risvegliate Campioni D’Europa. Festeggiamenti per tutta la notte nel capoluogo irpino, ma anche in tutta la Provincia, caroselli, trombette, bandiere hanno sventolato il Tricolore fino a tarda notte. Festeggiamenti, composti, goliardici, genuini.

Al gol di Shaw, dopo soli tre minuti la grande paura, a quello di Bonucci, un boato copre il cielo d’Irpinia fino a spostare le nuvole, le pochissime che coprivano le stelle.

Poi, i supplementari, i rigori, le parate di Donnarumma, l’errore di Jorgihno, la paura di non farcela, alla fine ancora Donnarumma ci ha messo la manona ed è festa, una festa attesa 53 lunghi anni. Ed ecco, che tutti siamo Campioni D’Europa, la città, i comuni hanno omaggiato un gruppo di ragazzi validi allenati da Roberto Mancini che dopo quasi due anni vissuti tra pandemia, il covid19, le incertezze del futuro ci hanno regalato una, la classica NOTTE MAGICA.