Avellino fuori dalla Coppa Italia, vince il Renate

Renate-Avellino 2-1

RENATE (3-4-1-2): Gemello; Merletti, Damonte, Magli (34′ st Marafini); Anghileri, Kabashi, Raineri (34′ st Confalonieri), Esposito (28′ st Possenti); Giovinco (20′ st Grbac); Galuppini, Sorrentino (20′ st De Sena). A disp.: Bagheria, Plescia, Rada. All.: Diana.

AVELLINO (3-5-2): Forte; Dossena (20′ st Burgio), Miceli, Rocchi; Ciancio, Silvestri, De Francesco, Bruzzo (11′ st Bernardotto), Adamo; Maniero, Santaniello. A disp.: Pane, Pizzella, Aloi, Burgio. All.: Braglia.

ARBITRO: Gariglio di Pinerolo.

Assistenti: Tardino della sezione di Milano e Lombardi della sezione di Brescia.

NOTE: gara a porte chiuse. Espulso: Silvestri per doppia ammonizione, l’allenatore in seconda De Simone e il segretario Aloisi. Ammoniti: Dossena (A), Magli (R)  Angoli: 2-5. Rec: 0′ pt, 4’st

Primo appuntamento ufficiale per l’Avellino di Piero Braglia: i lupi sfidano il Renate di Diana in Coppa Italia. Le due squadre non si sono mai affrontate nell’arco dellla loro storia. Il tecnico di Grosseto, per questo importante incontro, ha dovuto rinunciare a Rizzo, D’Angelo, Nikolic e l’infortunato Laezza. L’amicizia tra i supporters dell’Avellino e della Juve è stata rafforzata dal difensore Mirko Miceli che ha deposto prima dell’avvio del match, un mazzo di fiori sotto la lapide che ricorda le vittime dell’Heysel. Sarà l’ex Samb il capitano dei lupi nella stagione 2020-2021. Sugli spalti presente anche l’ex Alessandro Fabbro.

LE SCELTE – 3-5-2: Forte in porta, Dossena, Miceli e Rocchi in difesa. Linea mediana con Ciancio e Adamo sugli esterni. Silvestri, De Francesco e Bruzzo in mezzo. In avanti Santaniello e Maniero.

LA GARA – Al 6′ tiro di Anghileri su suggerimento di Galuppini che si spegne sul fondo. Al 7′ è Santaniello a provare un pallonetto senza fortuna. Al 10′ vantaggio dei padroni di casa: Forte si distende sul tiro di Anghileri, ma Giovinco ben appostato porta il risultato sull’1 a 0. Al 19′ un super Forte salva su Sorrentino che si incunea e prova ad approfittare di un errore di Dossena. Al 33′ occasionissima per i lupi con cross di Adamo e Santaniello che di testa manda sul fondo. Al 40’Adamo ci prova di destro, Gemello blocca senza problemi. Al 44′ Giovinco serve Sorrentino che calcia al lato. Al 45′ Santaniello ha una grandissima occasione. L’attaccante si libera al limite e calcia. Ma Gemello con un gran colpo di reni salva il risultato. Finisce quì il primo tempo. Avellino lento e macchinoso nei 45′ minuti giocati.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa è sempre il Renate a partire forte con Anghileri, ma l’estremo difensore Forte si rende autore di un altro grande intervento. All’8 Silvestri ci prova dal limite con Gemello che si accartoccia. Entra Bernardotto per Bruzzo con l’Avellino che passa al tridente. Al 12′ espulso Silvestri per doppio giallo. Al 15′ Giovinco ci prova su punizione, palla deviata in angolo. Al’ 17′ l’Avellino protesta per un presunto rigore. Al 22′ Maniero per la testa di Burgio, pallone di gran lunga oltre la traversa. Al 24′ De Francesco serve Bernardotto nello spazio, tiro strozzato. Al 27′ il tiro di De Francesco su calcio d punizione termina di poco alto. E’ un Avellino che nonostante l’inferiorità pare stia crescendo. Al 29′ Galuppini con un gran tiro al giro realizza il 2 a 0. Al 38′ sponda di Bernardotto per Burgio che con una sassata realizza il 2 a 1. Al 40′ Maniero pecca di lucidità. Al 42′ Bernardotto viene atterrato in area, ma l’arbitro non concede un rigore. Proteste per i lupi che hanno anche perso il segretario Aloisi per espulsione.Al 45′ Rocchi salva in angolo su Galuppini. E’ questo l’ultimo sussulto del match. Avellino fuori dalla Coppa Italia, passa il Renate che affronta l’Empoli dell’ex Parisi. L’Avellino va a caccia di altri rinforzi in attesa dell’esordio contro la Turris.