Avellino, che caos. Quante ferite per il lupo…

Ci verrebbe da dire povero lupo. A parte il campo, dove le cose vanno comunque discretamente, la situazione in casa Avellino è tutt’altro che positiva e brillante. Troppi problemi, per una società che solo pochi mesi fa aveva vinto campionato e scudetto.

Le vicende giudiziarie che stanno attanagliando Sidigas non fanno stare sereno l’ambiente. A quanto pare, Claudio Mauriello presidente del sodalizio irpino sembra propenso a rassegnare le dimissioni.

Di Somma e Capuano dovranno salvare la barca, in attesa di una nuova proprietà che dopo le ultime vicende, si fa sempre più necessaria: De Sarlo, Silvestrini e D’Agostino restano alla finestra. Intanto, l’Avellino affronterà due corazzate Bari e Ternana nel giro di pochi giorni.

E nel frattempo monta la rabbia dei tifosi, stanchi di vivere nelle continue incertezze in un marasma di problemi che rischiano di far scoppiare il tanto amato pallone.

Sorridere per il lupo è divenuto veramente difficile.