Avellino-Bari: 1-0, Di Paolantonio regala la qualificazione

AVELLINO-BARI: 1-0

AVELLINO (3-5-2): Abibi; Zullo, Morero (1′ st Njie), Laezza; Celjak, Palmisano (11′ st Silvestri), Di Paolantonio, Rossetti, Micovschi; Alfageme, Albadoro (23′ st Parisi). A disp.: Tonti, Pizzella, Falco, Carbonelli, Saporito, Petrucci, Corcione. All.: Ignoffo.

BARI (4-4-2): Frattali; Corsinelli (20′ st Floriano), Sabbione, Berra (1′ st Costa), Perrotta; Kupisz, Schiavone, Scavone (34′ st Ferrari), Terrani (20′ st Neglia); Simeri, Antenucci (27′ st Folorusho). A disp.: Marfella, Esposito, Hamlili, Bolzoni, D’Ursi, Feola, Cascione. All.: Cornacchini.
MARCATORE: 7′ st Di Paolantonio.
ARBITRO: Costanza di Agrigento.
Guardalinee: Catallo-Tchato.
Ammoniti: Morero, Abibi, Laezza,(Av), Costa, Terrani, Sabbione (Br) Spettatori: 3.212. NOTE: Angoli: 4-5 Rec: 1′ pt, 5′ st

AVELLINO CALCIO – Esordio stagionale per l’Avellino in casa contro il Bari di Cornacchini.

A 91 giorni di distanza i lupi affrontano nuovamente i galletti. Ignoffo cambia tre pedine rispetto alla Paganese: Abibi, Celjak e Micovschi. 3-5-2 con Abibi in porta, difesa a tre con Laezza-Morero e Zullo. In mediana Cejiak e Micovschi sugli esterni, in mediana Palmisano-Di Paolantonio e Rossetti.

Duo d’attacco composto da Albadoro e Alfageme. Tra l’altro i biancorossi erano stati gli ultimi avversari dei lupi tra le mura amiche, in una gara ufficiale.

LA PARTITA – 5′ annullato un gol a Simeri per posizione irregolare in area. Sfida molto equilibrata in questa prima fase. 16′ angolo di Schiavone sul secondo palo arriva l’ex Perrotta che spara alto.

18′ Micovschi si libera di due avverasarii giunge in area e mette al centro, il Bari salva in angolo. Il giocatore arrivato dal Genoa è uno dei migliori in casa Avellino.

19′ Abibi respinge con i pugni, la sfera giunge ad Antenucci che tenta il tiro dal limite. Il portiere blocca. 23′ ci prova Di Paolantonio dalla distanza, blocca Frattali. 32′ Terrani converge verso l’area e calcia a rete, Zullo salva in angolo.

E’ un Avellino che sta tenendo testa a quella che è considerata la corazzata del girone C. 35′ colpo di testa di Sabbione su punizione di Schiavone. Pallone oltre la traversa. 37′ è Scavone dalla distanza ad andare al tiro. Pallone che termina fuori. 39′ conclusione al volo di Di Paolantonio dopo che la difesa del Bari aveva liberato.

Pallone distante dalla porta di Frattali. Dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa l’Avellino sostituisce Morero con Njie. Lo stesso Njie si procura un calcio di rigore, dopo un batti e ribatti in area.

7′ dal dischetto è Di Paolantonio ad andare dal dischetto, il centrocampista spiazza Frattali. 1 a 0 per l’Avellino.

L’ex Teramo si va a prendere il meritato applauso della Curva Sud. 23′ fuori Albadoro dentro Parisi.

L’Avellino passa a quattro in difesa. 26′ è Floriano a calciare al volo, pallone sul fondo. In Tribuna Montevergine presenti gli ex Da Dalt e Dionisi. 36′ Alfageme entra in area, ma strozza il tiro. 37′ Simeri segna di tacco, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. In pieno recupero è Laezza a salvare su Neglia in area. I lupi difendono bene il risultato. Al 48′ è Folorusho a provarci, Abibi blocca.

Dopo cinque di minuto il Partenio-Lombardi può esultare. L’Avellino batte il Bari e passa il turno.