Autopsia sul corpo di Vittorio Salvati. Domani la salma rientra in Irpinia

Saranno i risultati dell’autopsia a chiarire le cause della morte del giovane consulente del lavoro avellinese Vittorio Salvati.

Il 42enne è deceduto martedì sera in una camera d’albergo di Torino, dopo aver assistito con il figlio 11enne alla gara di Champions tra Juventus e Atletico Madrid.

Probabilmente è stato un infarto a stroncare Vittorio davanti agli occhi increduli del suo piccolo.

L’esame autoptico è stato eseguito ieri pomeriggio presso l’obitorio comunale ubicato al Cimitero Parco Sud di Torino. Il medico legale, incaricato dal magistrato di turno del Tribunale di Torino, ha effettuato gli esami necessari.

Nel capoluogo piemontese è giunta anche l’ex moglie di Vittorio, originaria del Brasile, per prendersi cura del piccolo rimasto sotto choc.

Nella giornata di domani la salma rientrerà in Irpinia per consentire ai familiari lo svolgimento del rito funebre che, con ogni probabilità, si svolgerà nella giornata di domenica nella chiesa di San Ciro ad Avellino.