Attentato al Palazzo Vescovile, Lamberti resta in carcere

Resta in carcere Nelson Lamberti, il clochard 49enne accusato di aver fatto esplodere venerdì scorso un cartone con tre bombolette di gas da campeggio davanti al palazzo vescovile di Avellino, ferendo tre persone.

L’uomo, originario del salernitano, ha deciso di non rispondere alle domande del gip Marcello Rotondi nel penitenziario di Bellizzi Irpino alla presenza dei suoi legali.

Alla base del gesto ci sarebbe un litigio con un operatore del centro Zaccheo gestito dalla Caritas diocesana.