Attacco poetico, evento della Nazionale Italiana Poeti: Avellino presente

Attacco poetico: si chiama così l’evento della Nazionale Italiana Poeti per diffondere la poesia in Italia. L’evento è previsto per sabato 20 febbraio, in diretta dalle principali piazze italiane dalle 9 alle 19. Abbiamo intervistato Lino Gentile, del team organizzativo dell’Attacco Poetico.

• Come nasce Attacco poetico, a quale edizione siamo?
“Siamo alla prima edizione, ma l’adesione è stata altissima, praticamente da tutta Italia.
L’idea nasce dalla Nazionale Poeti con l’intento di unire la poesia di tutta la nazione, nonostante le difficoltà del momento”.

• Il simbolo della manifestazione e la sua motivazione…
“Il simbolo è una pistola con una rosa rossa, che ha suscitato pareri discordanti, ma la poesia è in fondo un’arma e ci è sembrato un logo pregnante”.

• Quante città italiane coinvolte e come si svolgerà?
“Sabato 20 febbraio dalle 9 del mattino ci sarà un collegamento ogni mezz’ora partendo da Ostia fino a Cremona alle 19. Avellino si collega dalle 15.30”.

• Intenzione di renderlo internazionale?
“Sono già previsti collegamenti dall’Argentina, dalla Croazia, ma confidiamo di ampliare la partecipazione il prossimo anno, cosi da creare un evento internazionale stabile”.

• Dove trovare i vari contributi su fb?
“Sulla pagina ufficiale “Attacco Poetico” e “Nazionale italiana poeti” in diretta dalle 9 alle 19; dopo le 19 saranno caricati i contributi video in differita.
È intenzione dell’organizzazione anche la realizzazione di una antologia con un contributo in versi per ogni poeta”.

All’ evento partecipano, in diretta dal Corso Vittorio Emanuele di Avellino, le poetesse Rosa Mannetta e Graziella Di Grezia, quest’ultima nella formazione #pianoterra.
Di recente fondazione, ma già nota nel panorama culturale italiano, #pianoterra vede Susanna Puopolo interprete di versi e Graziella Di Grezia al pianoforte.
Per l’occasione, le liriche della Di Grezia saranno accompagnate anche da un ospite d’onore, Silvano Maria Fusco, Violoncellista del Teatro di San Carlo di Napoli e docente di conservatorio.