Arte, le irpine Luciano e Strollo in lizza per il Premio Kalos 2020

Ci sono anche Patrizia Luciano e Michela Strollo in lizza per il Premio internazionale d’arte e letteratura “Kalos 2020” che vedra’ la cerimonia di premiazione l’8 marzo 2020 a Forte dei Marmi (Lucca ).
Saranno loro a rappresentare l’arte irpina in questa importante vetrina nazionale , a confronto con diverse personalità artistiche da tutta Italia . Il progetto, a cura del prof. Massimo Pasqualone, vanta cifre interessanti come 70 artisti partecipanti , 200 scrittori iscritti, 16 componenti della giuria e 22 premi alla cultura da assegnare. Numeri che gia’ da ora fanno immaginare a una manifestazione di successo e di qualità.
Patrizia Luciano è in concorso con una tela dal titolo ” La dea madre”, Michela Strollo partecipa invece con un’opera denominata “Aspettando Te”.
I lavori, realizzati per l’occasione, saranno in esposizione per un mese , dall’8 marzo al 7 aprile 2020, nel prestigioso Museo Guidi in una mostra con il patrocinio della città di Forte dei Marmi.
A selezionare i vincitori per tutte le sezioni, un comitato scientifico presieduto da Massimo Pasqualone e composto da Monica Ferri, Simona Veresani, Maria Basile, Maria Teresa Antonarelli, Mariagrazia Genova, Sara Caramanico, Elisabetta Grilli.
Per le artiste irpine sicuramente una bella opportunita’ per farsi conoscere e diffondere la propria arte in un contesto culturale di valore , nel cuore della Versilia.
Patrizia Luciano è di Santa Lucia di Serino, è autodidatta e da sempre appassionata di pittura e disegno. Ha iniziato a dipingere nel 1987, all’eta’ di 8 anni seguondo gli insegnamenti della sua maestra delle elementari. Da quel momento i pennelli e i colori non li ha mai abbandonati. Principalmente paesaggista, almeno all’inizio, non disegna le sperimentazioni. Nel 2014 prende lezioni di disegno e partecipa a diverse mostre collettive.
Nel 2015 si è classificata prima nella sezione arte del concorso organizzato dall’associazione Pabulum di Avellino con l’opera ” Sogni infranti” e ha ottenuto il primo e secondo posto nella sezione disegno. Per Patrizia Luciano l’arte rappresenta l’esternazione di cio’ che si ha dentro e anche uno schizzo o un tratto a matita possono comunicare idee, emozioni e stati d’animo .
Michela Strollo è nata a Olivero Citra ( Sa ) nel 1985 e si dedica al disegno fin da bambina portando un album da disegno e pastelli ovunque andasse.
Irpina d’adozione, si è diplomata all’Istituto d’arte di Calitri ( Av ) e lavora a Lioni ( Av ) .
Il ritratto e i volti femminili sono da sempre i suoi soggetti preferiti. Nel corso degli anni si è interessata a varie tecniche come il graffito, le tempere, i colori ad olio , gli acrilici e recentemente produce numerose opere con carta e graphos. Per Michela ,l’arte ha un ruolo fondamentale nella sua vita e contribuisce al suo benessere e a sviluppare la positività. Da anni alimenta questa passione partecipando a numerose esposizioni collettive soprattutto ad Avellino e provincia .