Ariano Irpino, il Pd resta lacerato tra La Vita e Franza: niente simbolo per le amministrative

Ariano Irpino (Av) – Si è tenuto, nella serata di martedì 18 agosto, il primo incontro con i riferimenti del circolo PD di Ariano Irpino a seguito del commissariamento disposto dal Segretario Regionale Annunziata, di concerto col commissario provinciale Cennamo e condiviso dalla commissione regionale di garanzia. Nel corso della riunione, si sono manifestate tutte le criticità che hanno condotto al commissariamento.

Il Partito Democratico, nella persona del commissario Lorenzo Preziosi, ha messo in campo l’ennesimo tentativo di mediazione per ricondurre la comunità del PD locale su un percorso di unità che tanti risultati politici e di impatto sociale aveva prodotto nei mesi passati, ma le incomprensioni, le discrepanze di opinioni hanno reso impossibile ricomporre una frattura che nei mesi è diventata incolmabile.

La discussione ha visto entrambe le parti in causa indisponibili a mettere in discussione la propria posizione di partenza, pur sottolineando che in nessun caso uno dei due schieramenti valuterebbe la possibilità di sostenere un candidato di centrodestra in caso di ballottaggio. Risultato del confronto è, con sommo rammarico, la già annunciata assenza del simbolo del Partito Democratico dalla contesa amministrativa di Ariano Irpino.

Il commissario Preziosi, al netto delle differenti visioni amministrative, auspica, però, l’unità del circolo nel sostegno alla lista del Partito Democratico in vista delle imminenti elezioni regionali.

La comunità di Ariano Irpino ha bisogno di riferimenti democratici nelle istituzioni regionali che continuino il percorso di impegno messo in campo in particolare durante l’emergenza Covid-19 che ha stravolto le vite di tutti gli arianesi.