Applausi per Carmen Giannattasio in concerto a Rocca San Felice

Grande successo a Rocca San Felice per il concerto del soprano Carmen Giannattasio a Irpinia Madre Contemporanea, originale festival artistico e culturale ideato e organizzato da Antonia De Mita per riscoprire la bellezza dei borghi irpini e valorizzarne le risorse. Accompagnata al pianoforte dal maestro Maurizio Iaccarino nell’accogliente scenario della Chiesa di Santa Maria Maggiore – gremita in ogni ordine di posto nel rispetto delle norme di sicurezza e del distanziamento imposte dalla normativa anti-Covid vigente – Carmen Giannattasio ha portato in scena il repertorio del teatro San Carlo. Con omaggi alla tradizione musicale partenopea – una versione lirica del classico “Torna a Surriento” – e alle grandi opere: “La Traviata” di Giuseppe Verdi e “Tosca” di Giacomo Puccini, su tutte. Tra i brani più applauditi, l’Ave Maria di Franz Schubert e l’omaggio all’indimenticabile Maria Callas. Un concerto raffinato e tecnicamente impeccabile, molto sentito dalla Giannattasio che è tornata a esibirsi in Irpinia, nella sua terra d’origine a cui è ancora molto legata come ha più volte dichiarato.

Dopo l’anteprima al Castello della Leonessa, eccellenza storica di Montemiletto, con il recital di Adriano Giannini in omaggio a Bernardo Bertolucci, il nuovo evento di Irpinia Madre Contemporanea ha visto esibirsi una delle più apprezzate voci del panorama lirico italiano ed è stato seguito da un folto e attento pubblico (non solo locale), a conferma della vocazione turistica e culturale dell’iniziativa.

Il concerto di Carmen Giannattasio – sottolinea l’ideatrice della rassegna, Antonia De Mita – rappresenta un’ulteriore conferma del valore artistico del nostro format che punta sulla qualità della proposta, sulla bellezza dei luoghi che li ospitano, sulla storia di un territorio ricco di tradizione. Dopo il successo dei madrigali Gesualdiani, Irpinia Madre Contemporanea torna a puntare sulla musica di qualità offrendo al pubblico un grande concerto con una vera star della Lirica. E vista l’ampia affluenza di pubblico, questa è la conferma che la passione e l’attenzione in Italia per le proposte culturali di spessore rimangono alte, nonostante il periodo difficile che tutti stiamo vivendo”.

Irpinia Madre Contemporanea” – rassegna realizzata con il contributo della Regione Campania (POC Campania 2014-2020) e il patrocinio del MiBACT – conferma la sua formula “diffusa” con il coinvolgimento di sette tra i più affascinanti borghi dell’alta provincia di Avellino: Rocca San Felice, comune capofila del progetto, Calabritto, CastelfranciMontagutoMontemilettoMorra de Sanctis e Petruro Irpino.  Il festival presenta un programma integrato di iniziative e percorsi di qualità tra arte, cinema, musica, teatro e letteratura. Un itinerario culturale che punta a riscoprire e valorizzare l’Irpinia dei borghi, dei castelli e del vino con le tre DOCG (Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi), promuovendo le risorse locali attraverso visite guidate, spettacoli, happening e incontri.