Antonio Scafuri al Mei di Faenza: “Esperienza entusiasmante. Adesso a lavoro sui pezzi nuovi”

“Di questi tempi, è difficile mantenere una promessa. L’unica che abbia davvero un valore per qualcuno a cui si voglia bene, soprattutto per dei figli, è quella di esserci sempre, qualunque cosa accada”.

È con questo messaggio e, soprattutto, con Prumessa, brano di prossima pubblicazione, che Antonio Scafuri saluta il pubblico dal Palco Emergenti del Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza.

«Un’esperienza emozionante e ricca di stimoli. Il MEI è un posto dove per tre giorni, ad ogni angolo, si respirano musica e voglia di fare. È un momento per condividere la più grande passione con tante persone che, come me, credono in quello che fanno».

Nel corso della sua toccante esibizione il cantautore del Mandamento ha condiviso alcune canzoni che andranno a comporre il suo primo EP, attualmente in lavorazione, come Me manc, Solo e Bella.
Non sono mancate due rivisitazioni personalissime di altrettanti brani della tradizione campana: Tutt’egual song ‘e criature di Enzo Avitabile e 9 Maggio di Liberato.

Antonio Scafuri è stato selezionato a partecipare alla prestigiosa manifestazione nazionale lo scorso luglio durante il Summer DayMusic Fest di Terracina, fondato e diretto da Franco Iannizzi, anche direttore artistico della Lab Music Factory. È rientrato nel ristretto gruppo di 14 invitati (su oltre 40 partecipanti complessivi) che si sono esibiti al gala conclusivo della manifestazione, ed è stato invitato al Mei da Marco Mori, producer, talent-scout e componente del comitato direttivo del Meeting.

Con quest’esibizione ottobrina l’artista della scuderia musicale Inside_Ita ha ufficialmente salutato un’estate ricca di successi. Oltre al già citato Summer Day Music Fest, Scafuri ha guadagnato un premio speciale durante la finale del contest I Visionatici e riscosso grande riscontro dal tour estivo, che lo ha portato a Roma, Latina, Ischia e Pomigliano d’Arco, dove si è esibito nell’opening act del concerto della band Foja.

Ora è il momento di entrare il sala di registrazione e cucire addosso alle nuove canzoni il vestito musicale perfetto. Siete pronti ad ascoltarle?