Allarme rientrato: il “Moscati” torna ad ospitare pazienti contagiati da Covid-19

Dopo lo stop di una notte, rientra l’allarme: l’Azienda Ospedaliera “Moscati” torna ad accogliere i pazienti affetti da Covid-19.

A dare il via libera, nella giornata di ieri, il direttore generale Renato Pizzuti.

Una soluzione alternativa sconsigliata ma consentita dalle direttive ministeriali: sistemare due pazienti per ogni stanza a disposizione.

Attualmente, nel reparto di Anestesia e Rianimazione, Chirurgia d’Urgenza, Chirurgia Vascolare, Malattie Infettive, Pneumologia, Medicina d’Urgenza, Medicina Interna, Otorinolaringoiatria e Unita fegato sono ricoverati 74 contagiati.

Ora serve necessariamente accelerare sulla palazzina Alpi che dovrebbe trasformarsi e dedicare 52 letti all’utenza (30 di terapia intensiva e 22 di subintensiva).