Al Cimarosa l’arpa di Giraldi e la bandura di Tkachuk

Ancora una settimana ricca di appuntamenti per il Conservatorio «Domenico Cimarosa», presieduto da Achille Mottola e diretto da Maria Gabriella Della Sala.

Da domani a sabato quattro concerti in quattro giorni. Si parte con il viaggio alla scoperta degli organi storici d’Irpinia. La rassegna, alla sua prima edizione, coordinata dal Maestro Orante Bellanima, dopo il successo della “prima” a Flumeri, questa settimana fa tappa a Solofra.

Mercoledì 4 maggio nella Collegiata di San Michele Arcangelo (ore 18.30), Lorenzo Ferraro e Michele Costanzo, studenti delle classi di “Organo e di pratica organistica”, eseguiranno composizioni di Frescobaldi, Storace e Zipoli. Apertura con la “Toccata per l’elevazione”, brano tratto dalla raccolta di Girolamo Frescobaldi, che in quest’opera fa largo uso di andamenti melodici discendenti per esprimere la sofferenza e l’abbandono. A seguire il “Recercar di Legature”, tratto dalla raccolta di Bernardo Storace Selva e la “Canzone francese” di Giovanni Maria Trabaci. A chiudere la prima parte e a caratterizzare la seconda parte del concerto sono alcuni brani tratti dalla raccolta Sonate d’intavolatura per Organo e Cimbalo – parte prima e seconda – di Domenico Zipoli.

“Opera d’Arpe” è il titolo del concerto che si terrà giovedì 5 maggio (ore 19.00). Sul palco dell’Auditorium «Vitale» Augusta Giraldi, apprezzata concertista e didatta, collaboratrice stabile da circa un ventennio dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, oltre che dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e de’ La Fenice di Venezia, che suonerà insieme a Maya Martini e Francesca d’Orsi. Eseguiranno brani di Humperdinck, Pachelbel, Bizet, Tchaikovsky e Gershwin. Prevista, inoltre, la partecipazione di Tetyana Tkachuk, artista ucraina che suona la bandura (antico strumento di origini medievali) e di Domenico Sodano (arpa celtica).

Torna venerdì 6 maggio l’appuntamento con la rassegna “Chitarre al Cimarosa”. Alle ore 19.00 in Aula Magna l’esibizione di Frédéric Zigante. Chitarrista italiano, artista poliedrico, specialista del repertorio del primo Ottocento, punto di riferimento su scala internazionale per la didattica e la ricerca sulla letteratura originale per chitarra.

Sabato 7 maggio un evento dedicato agli studenti degli Istituti primari e secondari. Alle ore 11.00 (Auditorium «Vitale») andrà in scena “Il Musichiere dei piccoli”. Lo spettacolo, nato da un’idea del Maestro Alessandro Crosta e liberamente tratto dalla celebre trasmissione televisiva degli anni sessanta, proporrà un interessante viaggio nel mondo della musica composta per i più piccoli e rientrante a pieno titolo nel patrimonio della cultura popolare italiana. Attraverso un gioco musicale a quiz, il pubblico verrà invitato ad indovinare, grazie a simpatici ed istruttivi indizi musicali, il “motivo mascherato”, che verrà di volta in volta eseguito dal vivo da solisti, coro e orchestra ritmico-sinfonica del Laboratorio “Produzione di Spettacoli musicali per l’infanzia”.