AIR, presentato ai sindacati il nuovo piano industriale. Acconcia: “Saremo tra le aziende di TPL più grandi d’Italia”

L’amministratore rinuncia al compenso per la guida di Air Spa.

Si è svolto questa mattina l’incontro tra l’Amministratore Unico di Air, Anthony Acconcia, e i segretari generali delle Federazioni dei Trasporti.

Nell’aula magna del Centro di Formazione di Contrada San Lorenzo ad Atripalda, la governance dell’azienda ha presentato alle organizzazioni sindacali di categoria il nuovo piano industriale. La vision, che caratterizza il nuovo corso di Air, fa leva sul consolidamento di un gruppo che ha dimostrato di essere virtuoso, grazie ad una gestione efficiente ed efficace, ma che si pone come obiettivo a breve termine, in vista della fusione con EAV, quello di migliorare la performance aziendale, alzare l’asticella della qualità e trasferire le best practices, per quello che riguarda il trasporto su gomma, nella costituenda società regionale di TPL.

“Abbiamo iniziato un percorso che porterà l’Air ad essere protagonista in Campania, ha dichiarato l’amministratore Unico, Anthony Acconcia. Rappresentiamo uno dei gruppi più virtuosi che gestiscono il trasporto pubblico locale e lo dimostrano i numeri. Air Mobilità ha chiuso il bilancio con un attivo di oltre 2 milioni di euro, nonostante la pandemia. Ma l’obiettivo è di fare un ulteriore salto di qualità”.

“Per essere competitivi dobbiamo remare tutti dalla stessa parte. I successi si costruiscono con il confronto ed io sono aperto al dialogo”, ha aggiunto il manager, che ha manifestato apprezzamento per l’apertura mostrata da parte delle sigle sindacali rispetto al nuovo approccio sulle relazioni industriali.

Acconcia, che nel corso della riunione ha annunciato anche la rinuncia al compenso di amministratore di Air Spa, è poi passato ad elencare nel dettaglio date e numeri che riguardano le prossime tappe.

Tra luglio e agosto si procederà a recepire i servizi delle società Buonoturist e CLP, in attuazione degli indirizzi previsti da delibera regionale.

Nel frattempo si lavora anche alla nuova pianta organica. L’ingegnere Carmine Alvino, già Direttore della Funicolare, è stato nominato Gestore dei Trasporti.

Entro la metà di luglio si procederà all’assunzione dei 70 operatori d’esercizio che hanno vinto il concorso. La società sta completando le verifiche documentali, per poi procedere alle visite mediche.

Ma il capitale umano di Air, anche alla luce del nuovo piano industriale illustrato dall’amministratore unico, è destinato ad aumentare. Previsto, infatti, uno scorrimento delle graduatorie con l’assunzione di altri 50 operatori ad agosto e ulteriori 120 entro settembre. In più la governance ha immaginato progressioni orizzontali e verticali in tempi brevi.

“Air, ha detto Acconcia, nel giro di pochi mesi diventerà una delle prime aziende di TPL in Italia, per numero di dipendenti e per parco automezzi”.

Quanto, invece, al patrimonio immobiliare sono in fase di completamento i lavori dell’Autostazione di Avellino e di quella di Grottaminarda. Al deposito di Mercogliano sono in corso di completamento i lavori di rifacimento della copertura, ma è prevista anche la realizzazione di una nuova officina. Mentre si stima che nel giro di un anno sia pronta la nuova sede, nell’ex eliporto dell’Asi a Pianodardine, che sarà l’head quarter della azienda regionale di trasporto pubblico su gomma.