AGGRESSIONE AD UNA PATTUGLIA DEI CARABINIERE. DE LIETO (LI.SI.PO.), PENE DURISSIME ED ESPULSIONE IMMEDIATA PER CHI AGGREDISCE GLI OPERATORI DELLE FORZE DELL’ORDINE

Una pattuglia dei carabinieri a Settimo San Pietro (CA) intervenuta per sedare una rissa, è stata aggredita da uno straniero presumibilmente nigeriano. Nell’occorso lo straniero  si è scagliato contro uno dei due carabiniere dilaniandogli un braccio, soccorso e ricoverato in ospedale riportava una prognosi  di 30 giorni. A breve il carabiniere sarà sottoposto ad intervento di chirurgia ricostruttiva al braccio. L’altro Carabiniere colpito da un pugno ha riportato 7 giorni di prognosi. Successivamente l’aggressore è scappato e si è rifugiato presso un supermercato, ivi giunti i rinforzi, L’aggressore veniva stanato ed assicurato alla giustizia. Sulla vicenda è intervenuto Il segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto – che ha dichiarato – la necessità di contrastare l’arroganza di taluni stranieri, che negli ultimi anni ha causato numerosi danni fisici ai diversi operatori di Polizia durante l’adempimento del loro dovere, non è più rinviabile. Sulla questione, de Lieto – ha aggiunto – probabilmente alcuni stranieri, e mi riferisco in particolare agli irregolari e clandestini, hanno scambiato l’Italia per una terra di conquista e non esitano ad aggredire anche gli operatori di Polizia come a sfidarli, manifestando spesso atteggiamenti aggressivi e non giustificati.  Pene dure ed espulsione immediata – ha concluso de Lieto – per chi aggredisce le Forze di Polizia.