AFFINAMENTO A FILIERA CORTA: IL FIENILE CHEESE ACADEMY SBARCA AL CHEESE

Dal 17 al 20 settembre a Bra (CN), l’azienda di Calitri sarà presente alla importante manifestazione, giunta alla tredicesima edizione, organizzata da Slow Food Italia e Città di Bra, patrocinata dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero della Transizione Ecologica.

Un appuntamento biennale che richiama pastori, casari, formaggiai e affinatori da tutto il mondo per raccontare il meglio del panorama lattiero caseario e tutte quelle produzioni realizzate nel rispetto del benessere animale e dell’ecosistema da cui provengono. Tra i protagonisti della manifestazione i migliori formaggi a latte crudo di 250 produttori e di 20 affinatori arrivati da tutta Europa. Tra questi ultimi, 8 italiani tra cui spicca il nome de Il Fienile, una realtà giovane ma con già un’edizione alle spalle e un’affermata notorietà tra gli appassionati.

La professione dell’affineur nata in Francia, in tempi relativamente recenti, richiede conoscenze approfondite e competenze specifiche: non conosce solo i formaggi e le loro diverse tipologie, ma anche il territorio e i suoi produttori. Enza Fiordellisi, una delle poche affinatrici su suolo italico, formatasi presso Mons “ centre de formation spécialisé en l’affinage ”,   porterà in Piemonte parte delle sue creazioni fatte di formaggi vaccini e pecorini dell’Alta Irpinia, selezionati e affinati con diverse tecniche ed ingredienti tipicamente locali che, grazie al lavoro di maturazione, ne cambiano l’identità. Dal “conzato calitrano” (affinato in anfore di terracotta di Calitri de La Giara), al Selvatico (affinato al fieno biologico in barrique di rovere di Caposele dei Mastri Bottai Cione), passando per il Don Chisciotte (affinato alle vinacce di fiano bio di Pierluigi Zampaglione) e per il Caciocavallo Irpino stagionato in grotte millenarie nel centro storico di Calitri (Caseificio D&D della stessa Famiglia Di Cecca come il Fienile). In fiera, verrà presentata anche qualche novità in anteprima.

Durante l’evento, inoltre, si terranno incontri con i produttori e degustazione di formaggi in abbinamento a vino o birre di selezionati cantine e birrifici. Grazie alla ospitalità di Slow Food Campania e del suo legale rappresentante, Angelo Lo Conte, sabato 18 alle ore 11,30 Il Fienile sarà protagonista del Laboratorio del Gusto “I formaggi irpini: dalla produzione all’affinamento a filiera corta”, raccontando la nascita dei propri formaggi, dalla produzione sostenibile del latte, alla sua trasformazione con tecniche e metodi naturali e tradizionali, al suo affinamento “local”, affiancando la degustazione degli stessi con le birre artigianali, affinate anch’esse in barrique, di Cask Irpinia Barrel, giovane e rinomato maturificio di Ariano Irpino.
Il giorno prima, venerdì, Luigi Di Cecca sarà ospite, come case history, del laboratorio di Nicola Memoli di Kosanna riguardo l’affinamento e le “cantine diffuse”, con il suo caciocavallo irpino di grotta.

Formaggi, che come i grandi vini d’Irpinia, portano con sé, in giro per l’Italia, parte della Provincia e delle sue migliori eccellenze.