Acli, parte il progetto “Una mano per la spesa”

E’ iniziata questa settimana la distribuzione della spesa solidale per le famiglie in difficoltà targata ACLI. Con l’emergenza sanitaria, psicologica, sociale ed economica causata dal COVID-19, in tutta Italia, ma soprattutto nelle piccole aree dell’entroterra Campano, le diseguaglianze già in essere nel nostro Paese prima dell’emergenza Covid, stanno assumendo forme sempre più chiare e definite e tanti, sono i nuovi bisogni palesati.

Attraverso il progetto “Una mano per la spesa”, le Acli di Avellino e tante altre realtà ACLI dislocate su tutto il Territorio Nazionale, in collaborazione con le Parrocchie ed altre realtà associative, si sono volute impegnare in un percorso di presa in carico, di un numero esiguo, ma significativo, di famiglie che si trovano in difficoltà, segnalate dai Servizi preposti.

Partner di eccezione in questo progetto è l’azienda Terratosta di Emanuela Evangelista, che da anni è attiva sul territorio Irpino, mettendo insieme piccolissime imprese del Territorio, che con passione e dedizione forniscono ai consumatori prodotti stagionali e di qualità. Quello delle Acli, vuole essere un piccolo gesto di accompagnamento e cura per quelle famiglie, che con la crisi attuale sono entrate in un cono d’ombra, ed al contempo un modo per sostenere l’economia locale e creare una rete di solidarietà all’interno delle Comunità.

Convinti che da un piccolo gesto e dalla cooperazione con le Istituzioni, con le altre realtà Associative presenti sul Territorio, che già da anni si occupano di povertà, si possa dare valore e concretezza ai piccoli gesti di solidarietà, per migliorare la qualità della vita delle persone che vivono ai margini, e che sempre più spesso sono costrette all’invisibilità.

Speriamo, con il tempo di poter seguire un numero sempre più ampio di persone, consapevoli che nel tempo attuale, anche il semplice ascolto, attento e scevro da pregiudizi, dei bisogni dell’altro, può costituire una grande risorsa.