A breve la presentazione del corso di alta formazione in “Management della Sicurezza Urbana integrata”

E’ costante negli ultimi tempi il dibattito sulla sicurezza urbana finalizzata a migliorare gli interventi e la percezione della sicurezza  nelle città e nei comuni italiani. Per tale motivo presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi “Luigi Vanvitelli” a Palazzo Melzi di  Santa Maria Capua Vetere ( CE)  è stato attivato un Corso di alta formazione in  “Management della Sicurezza Urbana Integrata”.

Il Corso è finalizzato al trasmettere competenze specialistiche in relazione ai diversi campi strettamente legati alla gestione della sicurezza urbana integrata. Esso è prevalentemente rivolto a chi si occupa di sicurezza urbana nelle pubbliche amministrazioni, alle forza di polizia locali e nazionali o a soggetti che vogliono sviluppare  una specifica competenza nella gestione di queste tematiche, allo scopo di formare un operatore esperto nella valutazione, l’analisi  la gestione die processi riguardanti la sicurezza urbana, nel quadro di un robusto approccio metodologico e scientifico. Il percorso formativo è strutturato in 74 ore didattiche frontali organizzate in 14 lezioni da 5 ore, al termine è prevista una prova finale.

All’interno del Comitato scientifico e delle docenze ci sono anche due irpini: il dott. Salvatore Pignataro ( Presidente regionale AICIS ) e il dott. Domenico Giannetta (Segretario nazionale PL). Altri componenti sono la  prof.ssa Andreana Esposito ( Ass. Diritto Penale), Prof. Alberto de Chiara (Ass. Diritto Amministrativo) Prof.ssa Valeria Nuzzo ( Ass. Diritto del Lavoro) e il Prof. Antonio Pagliano( Agg. Di Procedura Penale). Le iscrizioni termineranno l’inizio del mese di Aprile 2020. Il periodo di svolgimento del corso saranno Maggio- Giugno 2020. Per informazioni sarà possibile inviare una email all’indirizzo dell’apposito spinn off universitario: spinoffgrale@gmail.com). L’iniziativa sarà presto presentata anche ad Avellino e nelle varie provincie della Campania per dare la possibilità agli operatori delle forze dell’ordine e della polizia municipale di conoscere nel dettaglio i programmi e le finalità.