1 e 2 centesimi: si va verso gli arrotondamenti

1 e 2 centesimi verso l’addio: il primo effetto dello stop alla produzione delle monetine è l’arrotondamento alle casse dei supermercati.

Conad è il primo grande gruppo di distribuzione a ‘ufficializzare’ l’arrotondamento, ma a breve potrebbe essere seguito anche dagli altri (sono comparsi i primi volantini).

Dunuqe, se il conto dirà 3,57 si pagherà 3,55 euro, se sarà di 5,58 si salirà a 5,60.

“Non è stata una scelta presa a cuor leggero, ma purtroppo gli istituti di credito non sono più in grado di fornire questo tipo di valuta nelle quantità necessarie”, ha fatto sapere Conad all’Ansa, sottolineando che “i prezzi di vendita non sono stati toccati”.

La novità riguarderà solo i pagamenti in contanti, a meno che il cliente non si presenti alle casse con l’importo esatto: in quel caso potrà pagare il conto senza arrotondamento, esattamente come accadrà per chi utilizza carte e bancomat.